Gioco No.1: Il Manifesto

Stampa
Perché é necessario un manifesto?
Perché é necessario un orizzonte cui tendere, perché ci riconosciamo in una tensione civile e artistica, etica ed estetica, perché bisogna porsi delle sfide e pensiamo che questo tempo e noi stessi abbiamo bisogno di sfide più alte. (Geda F.)

Regolamento

1. scegliere 12 punti  
2. ricombinare la sequenza
3. scrivere altri punti
4. scrivere un altro manifesto
5. non scriverlo

1.    io sono privo di coscienza, noi abbiamo coscienza
2.   data la comune ricerca di attualità noi siamo inattuali (cronoscopici)
3.   data la comune ricerca di esattezza noi siamo inesatti (ricercatori)
4.   data la comune ricerca di forma noi siamo contenuto (questo)
5.   data la comune certezza di salute mentale noi siamo per-turbati
6.   dato il comune dichiarare il vero noi ci occupiamo di falso (falscitazionisti)
7.   data la comune videoscopia noi siamo autoscopici
8.   data la comune sincronizzazione delle emozioni noi siamo dis-ritmici
9.   date le ultime verità, ovvero le bugie, noi non siamo ultimativi (ma sappiamo esserlo)
10. dato il “credere”, ovvero il delirare, noi siamo agnostici
11. dato un dato (questo manifesto) noi lo rinnegheremo (la teoria deve divorarsi)
12. noi non abbiamo una cura (non la conosciamo già) noi la cerchiamo
13. date le comuni fusioni ed effusioni noi siamo prossimali
14. i significanti senza significato (simulacri) si riproducono per autopoiesi
15. la verità non è frutto della ri-cerca “scientifica” ma del discorso (around)
16. abbiamo memoria e desideri (a volte)
17. non abbiamo memoria né desideri (a volte)
18. noi siamo funzionari del sapere
19. noi siamo artigiani del sapere
20. i protocolli (e le preghiere) sono veleno mentale
21. le scale di valutazione producono falsi (iper-realizzano)
22. gli psicofarmaci sono relazioni
23. tutti i farmaci sono psico-farmaci
24. le interpretazioni non sono spiegazioni
25. il mentale include il reale
26. il reale include il mentale