Gioco No.2: Il Falscitazionismo

Stampa

Regolamento

1. discriminare le citazioni vere da quelle false
2. scrivere citazioni vere
3. scrivere citazioni false
4. cercare la verità nella propria vita
5. cercare la bugia nella propria vita
6. fare una scelta cioè una rinuncia per uscire dal paradosso di Jourdain:«La frase seguente è falsa.La frase precedente è vera»

 

1. “Imparare a vedere e a descrivere ciò che sta dinanzi agli occhi esige studi speciali e faticosi" E. Husserl, 1954 

2. “La stabilità della materia è determinata dal continuo movimento dei suoi costituenti”da: Il vento quantistico. G. Bodanowski, 1934

3. “Quanto può dirsi, si può dir chiaro; e su ciò di cui non si può parlare, si deve tacere”L. Wittgenstein, 1922

4. “Il bisogno di azione ci portava al consumo delle nostre parole e, soprattutto, delle nostre immagini”da: Before or after beat-generation? W. Howthorne, 1969

5. “La betulla in riva al lago indica la brezza allo straniero di passaggio”Olgoff Raskonicoff, 1902

6. “Le riflessioni sulla linearità del tempo sottostanno alla minaccia del futuro e al non senso del passato”da: Il bambino idiota e   l’adulto paranoico. Jacques Sospel, 1984

7. “I quadri alle pareti producono gli inizi dei racconti” Masud Tirblitz 1791

8. “Occupati con cura del tuo giardino. Osserva l’erba che cresce nei campi” Kyu Sukiyaki” (?)

9. “Non alzarti, non sederti, non parlare, non stare zitto”da: La porta-le porte. Rapuanesh Gita, (720 circa)

10. “La discontinuità del digitale (0-1) risulterà più verosimile di un certo riduttivismo fanta-scientifico” da: Continuo-discontinuo G. Baiardi, 1981

11. “Abbiamo immaginato un silenzio udibile, immagini invisibili e comunicazioni senza contenuti e le abbiamo considerate astrazioni bisognose di realizzazioni”  Kaspar Gujeff, 2054

12. “Una comunicazione “specchio” non è finalizzata ad inoculare informazioni né a mostrare sogni già fatti ma a restituire la possibilità di sognare in sé”. Henriette Rodriguez, 2018